L’esperienza lavorativa vissuta dai dipendenti durante il periodo di emergenza ha aiutato a comprendere quanto la produttività non sia da misurare tanto in relazione a dove ci si trova a lavorare, quanto piuttosto a cosa si riesce a fare, ovunque, con le risorse a disposizione. E come si possa lavorare in modo proficuo a patto di avere a disposizione gli asset necessari per fare bene, anche quando ci si trova al di fuori dall’azienda. Spesso il coinvolgimento dei dipendenti è ostacolato da un’esperienza digitale tutt’altro che fluida, mentre basterebbe un accesso agile ai contenuti, alle applicazioni, l’accesso remoto sicuro alle informazioni, per incrementare produttività e coinvolgimento.

Un aspetto tanto più importante se si considera come oggi la forza lavoro di un’organizzazione rappresenti il 60% delle spese operative, e purtroppo sia effettivamente focalizzata a mettere a frutto le proprie competenze solo per il 43% del tempo (fonte: Workfront State of The Work, 2019), mentre altri studi evidenziano anche come solo il 57% dei dipendenti lavori sempre nello stesso luogo dei propri colleghi. 

E’ questo il contesto in cui le soluzioni Citrix, ed in particolare la piattaforma Citrix Workspace, offrono un contributo determinante.
La proposta permette di ottimizzare i flussi di lavoro ed ai dipendenti di rimanere concentrati sugli obiettivi invece che su come fare per sfruttare gli strumenti necessari a raggiungerli, questo perché offre una postazione digitale sempre pronta all’uso con quanto serve per lavorare: app, informazioni, ambiente operativo. L’accesso facile ad informazioni ed applicazioni da qualsiasi dispositivo, ma in sicurezza, abilitano infatti la capacità di lavorare da qualsiasi luogo nel modo migliore. L’idea di offrire una moderna esperienza di workspace digitale a tutta l’azienda indirizza non solo la produttività ma ovviamente consente a tutti di rimanere produttivi anche nelle emergenze.

Citrix Workspace, i punti di forza 

Il primo punto di forza della piattaforma Citrix Workspace è che per l’azienda è possibile abilitare uno spazio di lavoro digitale completo di tutto, accessibile da remoto, a partire dalle modalità con cui si è già abituati ad operare. La considerazione di fondo è che ogni organizzazione può trarre vantaggio dal giusto tipo di tecnologia moderna di workspace digitale indirizzando le diverse esigenze.

Tante aziende per esempio utilizzano già applicazioni in modalità SaaS, magari anche più di 5/7 alla volta ma i dipendenti sono costretti allo “switching dei contenuti” oppure, quando essi lavorano da remoto, gli amministratori si trovano a dover sconsigliare loro l’utilizzo di soluzioni alternative a quelle disponibili on-site, ed in difficoltà ad assicurare operatività e sicurezza insieme, o a poterlo fare solo costringendo i dipendenti a rinunciare a lavorare in modo agile con gli strumenti preferiti.

Un vero digital workspace non funziona in questo modo. Anzi, semplifica il modo in cui si gestiscono e proteggono app, dispositivi, utenti e reti in modo da poter offrire la migliore esperienza.

Citrix Workspace

La piattaforma Citrix Workspace permette di lavorare in mobilità con tutti i dispositivi (mobile e non) e, laddove l’azienda abbia già approntato una strategia cloud, è in grado di sfruttarla in modo intelligente. Citrix Workspace offre un’alternativa alla modalità di lavoro tramite VPN, ma altrettanto sicura, ed anche più agile e pratica da utilizzare, tale da consentire di dimenticare i ritardi fastidiosi nelle visualizzazioni tipici delle soluzioni VDI tradizionali. Questo obiettivo è raggiunto inoltre semplificando e proteggendo l’accesso alle risorse aziendali da parte dei dipendenti con un approccio di autenticazione contestuale end-to-end e zero-trust. Anche quando serve accedere ai dati su diversi repository, quindi indipendentemente da dove essi sono conservati.

Citrix Workspace inoltre semplifica la complessità data dall’utilizzo di molteplici dispositivi, offrendo gestione unificata degli endpoint, e permette la protezione dei dipendenti, dell’intero ambiente IT ma anche delle informazioni aziendali e delle proprietà intellettuali, con la disponibilità puntuale delle informazioni analitiche necessarie e con un’ampia visibilità sulle operations.

Per quanto riguarda la sicurezza infatti la soluzione è in grado di rilevare le anomalie nel comportamento degli utenti in modo da ridurre i rischi, adeguare le prestazioni in relazione alle reti in cui ci si trova ad operare, fornendo un’esperienza di accesso adeguata.

Per esempio sfruttando Citrix Gateway gli amministratori si trovano a disporre di un framework di gestione unificato per proteggere, controllare e ottimizzare l’accesso ad applicazioni e dati su qualsiasi dispositivo, utilizzando qualsiasi rete o cloud. Il team IT può inoltre gestire tutte le funzionalità di Citrix Workspace (siano distribuite su cloud pubblici, privati o ibridi), mentre gli utenti, anche quando utilizzano il browser o periferiche alternativi a quelli disponibili in azienda, sanno di poterlo fare in modo sicuro. App e dati sono accessibili da un’unica posizione centrale e sicura e, in caso di interruzione, gli utenti potranno riprendere il loro lavoro da dove lo avevano lasciato ma soprattutto su qualsiasi altro dispositivo, semplicemente attraverso l’installazione di un’app (Citrix Worspace App).

Citrix Workspace consente quindi un grande risparmio di tempo visualizzando le applicazioni, i desktop e i file aperti di recente dai dipendenti e offrendo anche la possibilità di personalizzare l’ambiente, per esempio aggiungendo ai preferiti le applicazioni più utilizzate.

Citrix Workspace, i benefici

Basta immaginare un tipico caso d’uso, proprio in relazione ad un momento di “emergenza” come l’attuale. Il dipendente che ha bisogno di iniziare ad lavorare con un nuovo dispositivo di computing, anche solo perché quello aziendale si è guastato, può farlo in pochissimi passaggi.

Dopo l’installazione di una semplice app, attraverso la procedura di Single Sign-On (che ovviamente supporta l’autenticazione multifattoriale) è possibile accedere ad applicazioni, desktop e file con un’esperienza agile e veloce che dà accesso subito alle applicazioni mobile, SaaS e Web.
Gli utenti possono passare anche da un dispositivo ad un altro e connettersi automaticamente a tutte le loro sessioni tramite un unico accesso. All’interno di Citrix Workspace, gli utenti ritroveranno quindi tutte le applicazioni aziendali mobile, web, SaaS, personalizzate e ovviamente l’ambiente Windows, incluse le applicazioni integrate per la condivisione di file e per la produttività. Con Citrix Content Collaboration addirittura è possibile offrire a utenti, team e clienti la possibilità di accedere, sincronizzare e condividere in modo sicuro i file da qualsiasi luogo, su ogni dispositivo.

Il lavoro risulta semplificato anche grazie ad un assistente virtuale che guida gli utenti, organizza il lavoro e automatizza attività come le approvazioni e le comunicazioni ai vertici. Con meno accessi, clic e passaggi, i dipendenti possono risparmiare tempo prezioso sfruttando la possibilità di dare diverse priorità alle informazioni, in base alla data, alla rilevanza o all’applicazione: è questa la parte interessante di “intelligence” intrinseca della piattaforma.

Citrix Workspace è evoluta nel tempo fino ad offrire oggi la possibilità di configurare la sincronizzazione dei dati dei sistemi di archiviazione per ottimizzare le funzionalità di applicazioni aziendali complesse. Sono disponibili a questo proposito già microapp pronte all’uso, ma se ne possono sviluppare altre sfruttando la funzione della console Citrix Cloud che si collega a sistemi legacy, in locale e SaaS per consentire una facile creazione di flussi di lavoro ottimizzati per l’utente.

Non perdere tutti gli approfondimenti della room Citrix Business Continuity As Usual

© RIPRODUZIONE RISERVATA