Il CdA di Sesa, la holding operativa, quotata sul segmento Star (MTA) di Borsa Italiana con un flottante di circa il 47% del capitale, che controlla Computer Gross e Var Group, approva il progetto di bilancio dell’anno fiscale conclusosi il 30 aprile, che evidenzia sia l’incremento dei ricavi che il miglioramento dei principali indicatori economici e finanziari.
I ricavi consolidati raggiungono i 1.363,0 milioni di euro (+7,2%), originati sia da crescita organica che tramite acquisizioni, e superiori alla media del mercato per entrambi i comparti.

I dati di bilancio in dettaglio

Il Settore SSI – Software e Servizi di Informatica (Var Group e sue controllate) chiude l’esercizio con ricavi totali per 289,4 milioni di euro (+20,7%); i ricavi del Settore VAD – Value Added Distribution (Computer Gross e sue controllate) raggiungono i 1.153,9 milioni di euro (+4,7%): risultati positivi che derivano anche dall’inserimento di nuovi vendor nel portafoglio di soluzioni IT, dall’andamento positivo di alcune componenti chiave dell’offerta (Enterprise Software, Cloud, Security) e dal rafforzamento del team di risorse tecniche attive nell’offerta di servizi di integrazione a supporto del canale.
Il risultato operativo consolidato (Ebit) è di 46,3 milioni di euro (+3,4%), dopo ammortamenti per 9,0 milioni di euro (+31,2%) ed accantonamenti e altri costi per 7,8 milioni di euro (+25,5%). Il risultato operativo adjusted registra un incremento del 6,5%, passando da 47,0 milioni di euro al 30 aprile 2017 a 50,1 milioni di euro al 30 aprile 2018. L’utile consolidato prima delle imposte è di 43,0 milioni di euro (+6,7%), mentre l’utile netto consolidato dopo le imposte è di 30,2 milioni di euro (+11,4%), il che permetterà, dopo la scontata ratifica da parte dell’assemblea del 27 agosto prossimo, la distribuzione di un dividendo di 0,6 euro per azione (+7,1%).

Specializzazioni e capitale umano, le priorità

Nel nuovo esercizio il gruppo, avvalendosi dell’integrazione delle recenti operazioni di acquisizione societaria, punta sullo sviluppo del capitale umano, mentre la crescita esterna resta una leva strategica da azionare in funzione della capacità di identificare target industrialmente integrabili, al fine di sostenere il percorso di sviluppo del gruppo.

Paolo Castellacci, presidente e fondatore, Sesa
Paolo Castellacci, presidente e fondatore, Sesa

“Il Gruppo ha perseguito con determinazione lo sviluppo di competenze e specializzazioni con la missione di supportare i clienti nel loro percorso di crescita, abilitandoli a fruire dell’innovazione tecnologica in una fase di profonda trasformazione del mercato IT, affiancando le imprese italiane nel processo di innovazione sia sul mercato domestico che all’estero – dichiara Paolo Castellacci, presidente e fondatore di Sesa -. Allo sviluppo del capitale umano, oggi di circa 1.700 risorse, nel corso dell’esercizio sono stati dedicati investimenti consistenti in attività di reclutamento, formazione, work-life balance e welfare aziendale. Le nostre priorità rimangono l’elevata competenza e specializzazione del capitale umano, su cui continueremo ad investire in modo rilevante, focalizzandoci sulle aree a maggiore innovazione e valore aggiunto del mercato IT, in partnership con i vendor internazionali del settore”.

Alessandro Fabbroni, amministratore delegato, Sesa
Alessandro Fabbroni, amministratore delegato, Sesa

“I risultati dell’esercizio confermano la nostra capacità di sviluppare il gruppo in modo continuo e sostenibile, con una crescita della redditività di oltre il 10% rispetto all’anno precedente, in linea con il nostro track record pluriennale e sovra-performando il mercato di riferimento in una fase di consolidamento della trasformazione digitale – aggiunge Alessandro Fabbroni, amministratore delegato di Sesa -. L’affermazione di nuove esigenze da parte dei clienti e la pervasività dei trend dell’innovazione tecnologica costituiscono opportunità di sviluppo che perseguiremo continuando ad investire nelle competenze e professionalità del nostro capitale umano, con l’obiettivo di alimentare ulteriormente il percorso di crescita sostenibile a beneficio della creazione di valore per i nostri stakeholder”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA