Il mondo delle utility vive oggi un cambiamento epocale a livello globale che impone alle aziende del settore di intercettare e soddisfare sempre più rapidamente le richieste dei clienti.
Sorgenia fa fronte a questa esigenza del mercato sfruttando i soli canali digitali come parte integrante della propria strategia e decide di passare completamente al cloud per migliorare il servizio ai propri 300.000 clienti. Un processo avviato nel 2017 quando la Digital energy company italiana inizia a migrare i propri processi mission-critical sul cloud e che oggi, grazie alla collaborazione con Microsoft, Accenture e Avanade, dà vita a un progetto di trasformazione digitale a 360° con l’obiettivo di arrivare a un 1 milione di clienti entro 5 anni.

Simonetta Moreschini, Direttore della divisione pubblica amministrazione di Microsoft Italia
Simonetta Moreschini, Direttore della divisione Pubblica Amministrazione di Microsoft Italia

A descrivere il contesto economico di questo mercato in evoluzione è Simonetta Moreschini, Direttore della divisione Pubblica Amministrazione di Microsoft Italia, che dichiara: “Con l’affermarsi della generazione distribuita, delle fonti alternative e delle interfacce utente data-driven, le realtà attive nel settore dell’energia devono ripensare il proprio modello di business per cogliere i vantaggi dell’economia digitale. La digitalizzazione può generare un valore di 1.300 miliardi di dollari e creare nuove opportunità non solo per il settore, ma per l’intera società. In Italia un importante driver di cambiamento è rappresentato dallo scenario normativo in evoluzione: la liberalizzazione – che diverrà effettiva a partire dal 1° luglio 2020 con l’abolizione della maggior tutela per gas e luce – sta offrendo possibilità senza precedenti, ma rende necessario dotarsi di strumenti scalabili per far fronte alla domanda di mercato. È in questa logica che Sorgenia ha scelto di puntare sul Cloud Computing”.

Big data e AI personalizzano i servizi

Per gestire al meglio il piano di sviluppo e garantire massima scalabilità, Sorgenia sceglie di collaborare con Accenture e di affidarsi al supporto di Avanade, per progettare e gestire il passaggio al Cloud, inclusa la migrazione sulla piattaforma cloud Microsoft Azure dei sistemi IT e delle business application per le funzioni di finanza, contabilità, misurazione del consumo energetico, fatturazione, gestione del credito e delle relazioni con i clienti. Le soluzioni cloud di Microsoft vengono adottate in modo trasversale attraverso progetti strategici che coinvolgono le aree di Customer Relationship Management – attraverso la piattaforma Dynamics 365 Smart Working e Big Data, con funzionalità in linea con le nuove norme dettate dal GDPR.
La creazione di un Data Hub basato sulla piattaforma cloud Azure offre in particolare capacità computazionali e analitiche con l’obiettivo di personalizzare la comunicazione e il servizio di Sorgenia. E’ previsto che il progetto Big Data evolva ulteriormente, integrando anche funzionalità di Intelligenza artificiale, con l’obiettivo di offrire comunicazioni e servizi sempre più personalizzati. Lo spiega Massimiliano Ortalli, Direttore Divisione Specialist Team Unit di Microsoft Italia: “Un progetto di rilievo che evolverà integrando anche funzionalità di Artificial Intelligence, per allineare sempre più linguaggi, canali e prodotti alle esigenze dei clienti, il tutto nel totale rispetto dei più alti standard di sicurezza e privacy garantiti dal cloud Microsoft”. 

Tempi di risposta ridotti, maggiore flessibilità

Il nuovo modello di business basato su un ambiente IT “fully on cloud” consente oggi a Sorgenia di rispondere più rapidamente alle esigenze di business – i tempi necessari per l’operatività si riducono del 15-20% – e di analizzare meglio i dati trasversali all’organizzazione, ottenendo insight strategici per cogliere le nuove opportunità del mercato. Ciò consente alla società di sviluppare servizi nuovi e su misura, garantendo al contempo una migliore customer experience e benefici in termini di costi

Simone Lo Nostro, Direttore Mercato e ICT di Sorgenia
Simone Lo Nostro, Direttore Mercato e ICT di Sorgenia

Nel nuovo mercato libero dell’energia, questa trasformazione ci garantisce maggiore flessibilità, non solo per raggiungere nuovi clienti, ma anche per offrire servizi basati sui loro precisi bisogni – commenta Simone Lo Nostro, Direttore Mercato e ICT di Sorgenia –. Il mercato nel quale operiamo ci impone di arrivare primi nell’ideazione di nuovi progetti e di nuove modalità per offrire un servizio reputato dalla maggior parte delle persone come una mera commodity. Tutto allora si gioca su innovazione e personalizzazione; le soluzioni che abbiamo sinora adottato rappresentano la giusta scelta perché ci consentono di essere più rapidi e innovativi nei servizi da proporre ai clienti e di gestirli con maggiore efficacia”.

Pierfederico Pelotti, Responsabile Utilities di Accenture
Pierfederico Pelotti, Responsabile Utilities di Accenture

“Il cloud ha oggi un ruolo determinante per le aziende che vogliono essere competitive nei nuovi e sempre più mutevoli scenari di mercato – commenta Pierfederico Pelotti, Responsabile Utilities di Accenture –. Abbiamo accompagnato Sorgenia in un percorso di trasformazione digitale end-to-end che rispondesse alle esigenze di una maggiore competitività, un Journey to Cloud che ha previsto la migrazione totale delle infrastrutture IT, portando una maggiore agilità e flessibilità, insieme alla possibilità di crescere sfruttando la rapidità di evoluzione tecnologica delle tecnologie cloud”.

Emiliano Rantucci, General Manager di Avanade Italy
Emiliano Rantucci, General Manager di Avanade Italy

“Sempre più aziende sono consapevoli dei benefici che la modernizzazione dei sistemi IT può generare per il business – aggiunge Emiliano Rantucci, General Manager di Avanade Italy – che dichiara come l’azienda sia entusiasta della collaborazione con Microsoft e Accenture nel guidare il processo di migrazione al cloud di Sorgenia. “Abbiamo contribuito al progetto di trasformazione digitale di uno dei maggiori player del mercato utility italiano che sta avendo un impatto significativo su tutti i processi strategici dell’azienda”, conclude.

© RIPRODUZIONE RISERVATA