“Tante aziende italianeanche in questo periodo, contrassegnato da difficoltà e sfide – stanno abbracciando processi di trasformazione digitale insieme a noi ]…[. La posizione strategica e centrale, scelta per i nostri nuovi uffici milanesi, riflette perciò il desiderio di essere più presenti e visibili in una delle zone più moderne e pulsanti della città ]…[“.
Così Fabio Spoletini, senior VP e country leader di Oracle Italia, commenta l’annuncio del cambio di sede di Oracle, che dalla periferia di Milano si sposterà nel cuore di Porta Nuova in Viale Luigi Sturzo 45 – di fronte alla stazione ferroviaria di Porta Garibaldi – risalente al 1972 e storica sede dell’hotel Executive da cui il nome Edifici Garibaldi Executive (ED.G.E.) che sarà il nuovo headquarter dell’azienda. Si tratta di un edificio di edifici destinato ad uso ufficio in procinto di nascere dalla riqualificazione dell’immobile.

Fabio Spoletini, senior VP e country leader di Oracle Italia
Fabio Spoletini, senior VP e country leader di Oracle Italia

Oracle Italia trasferirà quindi da Viale Fulvio Testi oltre 500 dipendenti (Oracle conta quasi altrettanti dipendenti nella sede romana e ha poi altri uffici a Bologna, Padova e Torino). L’azienda nello specifico occuperà l’intero edificio affacciato su Via Tocqueville e due piani dell’edificio di Via D’Azeglio per una superficie complessiva di oltre 6.000 mq.

ED.G.E. può essere definito un “edificio di edifici” si tratta infatti di un complesso di tre volumi collegati ma distinti, progettato per ottenere la certificazione Leed Platinum, per una superficie complessiva di quasi 23mila mq e oltre 120 posti auto coperti. L’edificio su via Tocqueville (cinque piani) porterà a nuova vita uno spazio fino ad oggi trascurato.

Ofer Arbib, il Ceo di Antirion, la società di gestione del risparmio indipendente che ha perfezionato il contratto di locazione di ED.G.E., spiega: “ED.G.E. sta attraendo aziende globali, leader per capacità innovativa e all’avanguardia nella ricerca scientifica. Insieme a loro stiamo dando vita a un distretto fatto di connessioni, di ricerca e innovazione, scientifica e sociale. Per questi motivi siamo felici di accogliere – dopo Novartis e Alcon – una delle società protagoniste dell’IT a livello mondiale, Oracle appunto”.

ED.G.E. La vista su Oracle

Prosegue Spoletini: “Il valore della nuova location sarà molto apprezzato dai nostri dipendenti, perché l’area circostante è caratterizzata dalla presenza di numerosi servizi e snodi cittadini interessanti oltre che da un’ampia rete di trasporto pubblico, il che consentirà anche una mobilità più sostenibile”.

Insieme a Oracle, e già da tempo, anche Ibm, Microsoft, Amazon (a dicembre 2019 l’espansione della sede sempre a Porta Nuova, in via Montegrappa) e Google solo proprio per citare alcuni dei protagonisti del mercato IT – ma non sono gli unici – scelgono quindi di marcare la loro presenza nel cuore di Milano, almeno con un punto di presidio, quando non addirittura con la sede principale. Una tendenza decisamente diversa rispetto anche solo a  qualche anno fa.    

© RIPRODUZIONE RISERVATA