“Le persone si sono ritrovate all’improvviso a dover cambiare le proprie vite e abitudini, sono stati ridefiniti gli spazi dell’ambiente domestico, che sono diventati necessari per rimanere produttivi, lavorare da casa, ]…[e per assecondare queste esigenze si è evoluta anche la proposizione dei dispositivi per il computing”, così Jason Chen, Ceo di Acer, ha aperto [email protected] 2020, la conferenza di annuncio dei nuovi pc, convertibili e laptop  tra i quali, sotto la lente per quanto riguarda la proposta business, rientrano le novità nella famiglia Acer Travelmate. 

Jason Chen, Ceo di Acer
Jason Chen, Ceo di Acer

La proposizione arriva ad indirizzare il mercato in un momento particolarmente favorevole ad Acer. I dati più recenti di Idc e Gartner, relativi al terzo trimestre 2020 segnalano Acer come il produttore di pc che, dopo Apple, è riuscito a fare meglio sul mercato in tempo di crisi. Il suo mercato è cresciuto di oltre il 29% anno su anno (nel confronto tra Q3 2019 e 2020), e ha guadagnato 1,8% di market share rispetto al 2019 (per circa 6 milioni di pezzi consegnati nell’ultimo trimestre), distanziando altri brand.

Ora, in particolare tre sono i nuovi modelli presentati, disponibili tutti già da novembre anche in Italia. Si tratta di Acer Travelmate Spin P4 (TMP414RN-51), un convertibile con touch screen (14″, protetto con Corning Gorilla Glass); Travelmate P4 (TMP414-51), notebook che punta su potenza e maneggevolezza e destinato a chi preferisce i tradizionali modelli clamshell e Travelmate P2 (TMP214-53), che punta su connettività e autonomia per consentire di lavorare con il laptop senza preoccupazioni per l’intera giornata di lavoro. I tre modelli hanno tutti peso compreso tra 1,3 e 1,6 Kg, e spessore tra 1,8 e 2 cm e dispongono di una porta Intel Thunderbolt 4, che consente un trasferimento dati a velocità fino a 40 Gbs.

Acer Travelmate Spin P4
Acer Travelmate Spin P4

I nuovi modelli sfruttano i processori Intel Core di undicesima generazione con grafica Iris Xe e sono disponibili anche con grafica discreta Nvidia GeForce; soprattutto tutti e tre i modelli sono dotati di Intel Wifi 6 (Gig+) e dispongono di connettività 4G Lte abilitata tramite eSim, per permettere ai professionisti che viaggiano di godere della connettività immediata alle reti locali e di impostare rapidamente nuovi piani dati senza dover sostituire la Sim.

Sono aspetti sottolineati anche da James Lin, General Manager, Notebooks, IT Products Business, Acer: “I nuovi Travelmate offrono particolari caratteristiche per rispondere alle esigenze di mobilità, tra cui la robustezza di livello militare – che permette di resistere agli urti e alle cadute nella vita quotidiana – l’autonomia per un’intera giornata lavorativa e una vasta gamma di porte per consentire un’elevata connettività”. Per quanto riguarda l’autonomia, per esempio, la batteria di Travelmate Spin P4 e Travelmate P4 permette l’utilizzo fino a 15 ore, mentre Travelmate P2 ha una durata fino a 13 ore. Travelmate P4 e Travelmate Spin P4 supportano la ricarica rapida per arrivare all’80% di carica in appena un’ora. 

Acer Travelmate P4
Acer Travelmate P4

E per quanto riguarda le caratteristiche in grado di facilitare l’utilizzo in smart working Travelmate P4 e Travelmate Spin P4 beneficiano di una serie di aggiornamenti qualitativi. I notebook sono stati costruiti per essere conformi agli standard Mil-Std-810G e includono una serie di funzioni come la tastiera resistente agli schizzi e angoli antiurto per resistere a cadute o urti che si possono verificare negli spostamenti nell’ambiente domestico.

Con gli altoparlanti rivolti verso l’alto è possibile inoltre fare le chiamate in conferenza beneficiando di un audio più nitido. Per quanto riguarda la sicurezza e la possibilità della gestione anche da remoto il chip Trusted Platform Module (Tpm) 2.0 installato su Travelmate P4 e Travelmate Spin P4 lavora come chip anti-manomissione che controlla i segni di intrusione durante l’avvio del sistema. L’accesso sicuro è garantito tramite il supporto di Windows Hello, ed i notebook sono dotati di webcam IR e lettori di impronte digitali. Per tutelare la privacy è disponibile infine la copertura fisica per la webcam integrata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi l'articolo: