La trasformazione che investe il mondo del lavoro richiede alla PA la messa in campo di risorse tecnologiche all’avanguardia e impone risposte sempre più rapide e concrete per stare al passo con i cambiamenti in atto.

Il sistema nazionale del welfare, dei servizi per la tutela della salute dei lavoratori e della sicurezza nei luoghi di lavoro sono temi interessati da cambiamenti legislativi, economici, procedurali ma soprattutto tecnologici che impongono nuovi obiettivi di efficacia ed efficienza a tutta la catena dell’assistenza al lavoratore, dalla prevenzione alla cura riabilitativa.

Inail, cultura dell’innovazione

Si muove in questo scenario Inail Istituto Nazionale Assicurazione contro gli Infortuni, ben consapevole dell’importanza di adottare un modello digitale avanzato. L’ente pubblico persegue da sempre la cultura dell’innovazione, promuovendo programmi di multicanalità e semplificazione amministrativa, attraverso un processo di virtualizzazione e telematizzazione dei servizi assicurativi in un’ottica di costante miglioramento dei livelli di qualità dei servizi resi all’utenza.

Inail - Vision Digitale 2020-2022
Inail – Vision Digitale 2020-2022

Una strategia di trasformazione dell’Inail da e-goverment a digital goverment che si traduce nelle linee programmatiche definite Pensando Digitale, una cornice dentro la quale immaginare l’innovazione tecnologica. Linee guida sono inserite nel piano triennale per l’Organizzazione Digitale 2020-2022 dell’ente, che pone al centro il costante aggiornamento, la sperimentazione e l’applicazione di nuove soluzioni, con l’obiettivo di mettere l’innovazione al servizio della sicurezza dei lavoratori e delle politiche di prevenzione.

Un piano che si concretizza nell’adozione di modalità di lavoro agili, in un nuovo modo di selezionare e rapportarsi con i fornitori, nella cultura del dato come elemento trainante nell’era digitale per trasformarlo in conoscenza mediante l’ausilio di specifiche soluzioni di analytics, con particolare attenzione ai temi di data protection e privacy. Inail punta in particolare a essere un’organizzazione data-driven, attraverso l’ampliamento del campo di applicazione dei più attuali paradigmi in campo digitale e tecnologico, in ottica cloud-first, Devops, microservizi, intelligenza artificiale, Iot e blockchain.

Inail, addio al sistema mainframe

L’impatto dell’emergenza sanitaria sul mondo produttivo non ferma i processi di sviluppo dell’infrastruttura informatica di Inail, ma semmai rappresenta uno stimolo per diventare un modello di apertura al cambiamento mediante la digitalizzazione dei servizi interni ed esterni e il rafforzamento delle competenze digitali.

Grazie al lavoro svolto in modalità agile durante il lockdown viene infatti portato a termine l’ambizioso progetto sviluppato nell’ultimo biennio di trasferire i principali servizi digitali dell’Istituto dal sistema mainframe su una nuova piattaforma più evoluta, che garantisca maggiore flessibilità gestionale e risparmi consistenti.

Un progetto che parte con una fase di test operata su alcune sedi pilota, e vede attualmente la partecipazione di tutte le direzioni centrali e delle strutture territoriali dell’Istituto. Realizzato grazie al supporto di diversi partner tecnologici, il progetto garantisce oggi una maggiore flessibilità gestionale e consistenti risparmi per il sistema della pubblica amministrazione.

Seguendo le linee guida di Agid, il piano di digital transformation di Inail prevede in particolare una progressiva e completa riprogettazione utente-centrica di tutti i servizi erogati a cittadini e imprese, adottando le logiche del paradigma cloud. Le soluzioni tecniche e organizzative adottate permettono di conciliare la necessità di garantire la continuità dei servizi agli utenti durante il processo di transizione con il rispetto delle scelte architetturali delineate per realizzare l’evoluzione digitale dell’Istituto.

Per mitigare i rischi legati al cambio di piattaforma e la complessa coesistenza di diversi ambienti le nuove configurazioni sono state gestite con l’obiettivo di salvaguardare le due peculiarità per cui in passato si sceglievano i sistemi mainframe per le doti di  affidabilità e potenza per fronteggiare grandi carichi elaborativi.

Attraverso rilasci incrementali sempre più consistenti, Inail è oggi arrivata a dismettere la potenza elaborativa impegnata, migrando sulla nuova piattaforma oltre 10mila programmi e 80mila tabelle, per un totale di circa 800 terabyte di dati, e a spostare più di 50 flussi di comunicazione scambiati con enti esterni garantendo, con circa 3.500 transazioni al secondo, performance superiori a quelle assicurate dal precedente sistema.

Inail - Strategia Cloud
Inail – Strategia Cloud
© RIPRODUZIONE RISERVATA