In un mercato sempre più complesso, le imprese necessitano di servizi agili per affrontare i loro percorsi di trasformazione digitale. Ne abbiamo fatto esperienza nella fase critica attuale, con tante aziende colte impreparate a gestire il business e altre in grado di operare in continuità e sicurezza grazie a strumenti adeguati.

Al di là del momento critico, i processi di digitalizzazione sono ormai avviati e tutte le organizzazioni di livello enterprise sono alle prese con la gestione di ambienti IT multipli, sia on-premise sia on cloud, da uniformare. In questo contesto, le aziende necessitano di un approccio coerente all’infrastruttura e alle operation per ottenere la flessibilità necessaria a lavorare su un pool di risorse per tutte le applicazioni.

Canale, ruolo decisivo

La capacità di progettare soluzioni su misura per i clienti, in questi progetti, è offerta dai partner. Il canale gioca infatti un ruolo decisivo per offrire un vantaggio competitivo alle imprese, che chiedono conoscenze e competenze per migrare le proprie applicazioni nel modo più facile e veloce e distinguersi sul mercato. I partner che si specializzano hanno la concreta opportunità di diventare consulenti fidati e apprezzati dalle imprese e se supportati dalla giusta tecnologia, possono fare la differenza per armonizzare i processi verso modelli più evoluti di azienda. Perché questo si realizzi, i partner devono essere in grado di implementare una cloud foundation che possa garantire benefici incrementali, un layer coerente di tecnologia, computing, storage, virtualizzazione e gestione della rete, da gestire su qualsiasi cloud.

Se parliamo di Digital Workspace, questo significa in particolare semplificare la gestione e la distribuzione delle app, on-premise, nel cloud o in una configurazione ibrida o multicloud fino ad una Virtual Desktop Infrastructure basata sul cloud. Processi che richiedono da parte del partner un’attenta valutazione delle esigenze delle aziende, la messa a fuoco degli obiettivi e la pianificazione del percorso per raggiungerli.

Digital Workspace -La persona al centro
VMware Digital Workspace

Valore all’esperienza digitale della persona

Per le aziende, porre al primo posto la persona non è mai stato così decisivo. Una ricerca di VMware condotta su 3.600 dipendenti in Emea responsabili delle risorse umane e dell’IT, mostra come nelle aziende a forte crescita il numero di dipendenti che lavora liberamente con i propri dispositivi personali sia oltre il doppio di quelli che lavorano in aziende dalla crescita più contenuta, e come due terzi di tutti i dipendenti dichiari che la flessibilità nell’utilizzo degli strumenti digitali per il lavoro influenzi la loro decisione di accettare una posizione in un’azienda o persino di candidarsi per un nuovo posto di lavoro.

Anche in questo caso, il compito del canale è quello di creare un’esperienza digitale ottimale per i dipendenti, per superare le sfide operative, culturali e tecnologiche. In particolare, ai partner è richiesta la capacità di creare un ponte tra i team di risorse umane e l’IT, superando l’abitudine di operare per silos, a discapito di un’esperienza digitale ottimale dei dipendenti.

Nell’ambito specifico del Digital Workspace, i partner possono svolgere un ruolo cruciale come consulenti di fiducia, proprio perché in grado di comprendere le sfumature delle aziende e in grado di guidare il coordinamento tra i diversi dipartimenti all’interno delle stesse. L’obiettivo per chi opera nel Canale è portare i propri clienti a pensare in modo diverso, per portarli a comprendere quale sia la reale portata dell’adozione di un approccio digitale per i dipendenti.

Roberto Schiavone AlliancesChannels Country Director VMware Italia
Roberto Schiavone AlliancesChannels Country Director VMware Italia

Roberto Schiavone, Alliances & Channels Country Director, VMware Italy, individua i tre passaggi fondamentali che un partner dovrebbe compiere per raggiungere questo obiettivo. Ovvero: Comunicare per collaborare, adottando un approccio congiunto, in cui IT, risorse umane, azienda e dipendenti si incontrino per discutere temi che riguardano le aree di sovrapposizione e abbiano tutti voce e ruolo, come atteggiamento essenziale; Mettere al primo posto l’utente e non il dispositivo, perché troppo spesso pensiamo alla mobility e ai dipendenti che sfruttano le tecnologie digitali come a semplici impiegati di un classico ufficio, per lavorare da casa. In realtà, la vera opportunità per le organizzazioni sta nel pensare prima di tutto all’utente e non al dispositivo. Importante infine assegnare priorità ai progetti “ad alta velocità” e con lungimiranza da parte dei partner per determinare quali aree dell’azienda debbano essere coinvolte in ciascun progetto. “Quando si definiscono le priorità in progetti di questo tipo, bisogna considerare che provare in piccolo può portare a un rapido fallimento. Molti programmi infrastrutturali e di modernizzazione tendono a durare 18 mesi, con un effetto “big bang”, per la complessità che comportano. Per questo motivo, i partner devono aiutare le organizzazioni ad assegnare la priorità ai progetti che devono essere rapidi; e se falliscono devono reagire altrettanto rapidamente e adattarsi alla prossima sfida, cogliendo nuove opportunità”, commenta Schiavone.

VMware, un nuovo programma di Canale

L’impegno di VMware verso il Canale si intensifica con un nuovo programma che  semplifica la collaborazione con i partner sulla base dei loro modelli di business. Si tratta di VMware Partner Connect, un programma semplificato e flessibile, progettato per consentire ai partner di collaborare in modo ancora più efficace con VMware.

Jenni Flinders, Worldwide Channel Chief, VMware.
Jenni Flinders, Worldwide Channel Chief, VMware.

Sono tre i livelli di partnership – Partner, Advanced Partner e Principal Partner – del nuovo programma, che vede già centinaia di partner riconosciuti quali “Principal Partner” per offrire valore e risultati concreti ai clienti grazie ad una maggiore flessibilità che rende le tecnologie e le opportunità di servizi VMware più accessibili. I partner possono infatti beneficiare di un’esperienza migliorata che offre semplicità, libertà di scelta e innovazione, che riconosce ai partner il valore che portano ai clienti.

“Facciamo business con e per i nostri partner, aiutandoli a guidare il successo dei clienti e la trasformazione digitale. Abbiamo progettato Partner Connect pensando ai nostri clienti e all’idea che debbano sentirsi sicuri quando scelgono di rivolgersi a un partner VMware. E questo è solo l’inizio, poiché il partner program continua a evolversi per offrire ai nostri partner nuovi e migliori modi per far crescere il loro business”, commenta Jenni Flinders, Worldwide Channel Chief, VMware.

Non perdere tutti gli approfondimenti della Room Digital Workspace

© RIPRODUZIONE RISERVATA